Concerto di Natale dell’Orchestra d’archi giovanile del Conservatorio alla Camera dei Deputati

Il Concerto di Natale alla Camera dei Deputati è stato il più bel regalo che le nostre Studentesse e i nostri Studenti potessero offrire al Conservatorio e al pubblico.
Stanno arrivando complimenti da tutta Italia, il Concerto è stato un gran successo.
E questo nonostante i tempi ristretti e le modalità non certo agevoli, difficoltà mitigate anche dalla grande professionalità del personale della Camera e della RAI.

I ragazzi hanno affrontato questa importante esperienza da veri professionisti, affiatati e decisi.

Grazie a tutti loro, sono questi gli  Studenti che ci rendono orgogliosi, e per i quali vale la pena di continuare a lottare ogni giorno, nel nostro Paese spesso disattento nei confronti dell’Arte.
Grazie anche ai loro Professori, che continuano con impegno a formarli e a sostenerli.

A loro, ai loro Studenti, e ai tenaci genitori, vorrei ricordare e dedicare le parole di Gibran: “Voi siete l’arco dal quale, come frecce vive, i vostri figli sono lanciati in avanti. L’Arciere mira al bersaglio sul sentiero dell’infinito e vi tiene tesi con tutto il suo vigore affinché le sue frecce possano andare veloci e lontane. Lasciatevi tendere con gioia nelle mani dell’Arciere, poiché egli ama in egual misura e le frecce che volano e l’arco che rimane saldo”.

Abbiamo scagliato le nostre più giovani frecce, e sono giunte a segno.

Credo sia il miglior segnale per avvicinarsi all’inizio di un nuovo anno, che deve trovarci tutti fiduciosi e fattivi in una ripresa decisa.
Buonissime feste a tutti voi e alle vostre famiglie.

Roberto Giuliani

Per il Concerto alla Camera dei Deputati l’Orchestra d’archi giovanile del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma è stata composta da Studentesse e Studenti di Triennio, Biennio, e Diplomati:
violini primi: Radoslaw Srodon, Sebastian Zagame, Lucrezia Lavino Mercuri, Cecilia Michieletto, Aurora Ritorto;
violini secondi: Francesca Vanoncini, Beatrice Camponeschi, Federico Morbidelli, Benedetto Oliva;
viole: Issaca Colandrea, Giovanni Mancini, Moises Sandoval;
violoncelli: Giulia Deda, Michela Gabrieli, Francesca Lovotti;
contrabbasso: Pierluigi Ricci;
direttore Claudio Ferrara.
Dopo la trasmissione di domenica 20 dicembre su RAI3, e il passaggio sui maggiori Tg, il concerto è ora visibile su Rai Play.

PER IL RIAVVIO DELLE LEZIONI IN PRESENZA, “SICURI  DI SUONARE INSIEME”

Care Studentesse e cari Studenti,
posso finalmente comunicarvi il graduale riavvio delle lezioni in presenza, a partire da lunedì 14 settembre, come vi sarà stato preannunciato dai vostri Professori. La notizia può essere ora ufficiale a seguito della stesura del nuovo Protocollodi sicurezza, elaborato con il Medico competente nel rispetto delle disposizioni governative e ministeriali, e sottoposto alle rappresentanze sindacali dei lavoratori.
Come avevo preannunciato in diverse interviste, il traguardo della riapertura settembrina è sempre stato nei progetti e nelle speranze miei e del Consiglio Accademico, ma nulla era – e forse nulla è – scontato, in questo complicato periodo.
Da lunedì 14 settembre ripartiranno dunque in presenza le lezioni di canto, strumento, composizione, pratica della lettura pianistica, lettura della partitura ecc. per la preparazione degli esami intermedi e finali, per le ore di docenza che ancora non è stato possibile svolgere (comprese quelle previste per la prova finale). A queste lezioni, nella sede di via dei Greci e di S. Andrea delle Fratte, che sono state completamente igienizzate e dotate dei previsti dispositivi (termoscanner, soluzioni igienizzanti ecc.) grazie all’impegno di tutti i Coadiutori, potranno accedere anche le Studentesse e gli Studenti regolamento iscritti a Rieti, finché l’amministrazione provinciale non comunicherà la possibilità di riapertura della sede di Villa Battistini. 

Tutti dovranno sottoporsi al controllo in entrata dei totem termoscanner con riconoscimento uso mascherina, compilare l’autocertificazione (solo la prima volta), utilizzare sempre la propria mascherina chirurgica durante la permanenza in Conservatorio (eccezion fatta per lo studente nel momento dell’esecuzione), prestare attenzione al distanziamento interpersonale di un metro. 
Vige il divieto di scambi di partiture e di qualsiasi materiale (matite ecc.).
Si raccomanda la massima puntualità in quanto non possono né attendere nei corridoi né tantomeno nelle classi.
Le lezioni si svolgeranno nelle aule assegnate ai Professori, come da orario pubblicato sul sito, salvo diversa assegnazione di aula più ampia.
La lezione dovrà avere la durata massima di minuti 45 (è previsto al massimo l’accorpamento di due ore per lo stesso studente, sempre con intervallo di areazione).
Al termine della lezione lo studente dovrà uscire dal Conservatorio e il docente dovrà uscire dalla classe per consentire al personale coadiutore l’areazione di 15 minuti.
A ogni cambio di studente i coadiutori igienizzeranno sedia o sgabello, leggìo e, nel caso sia stata usata, la tastiera del pianoforte (o dell’organo ecc.).
L’uso dei bagni avverrà a richiesta ai Coadiutori, che igienizzeranno il bagno a ogni uso.
I piani saranno riforniti continuamente di soluzione igienizzante.

Gli studenti degli strumenti a ottone dovranno dotarsi di una propria vaschetta per la raccolta della condensa, che verrà riempita di liquido disinfettante.

Ogni docente consegnerà giornalmente alla Portineria l’elenco degli Studenti con relativo orario, e solo a quelli, e solo a quell’orario, sarà possibile accedere alla struttura muniti di libretto di iscrizione. 
Chi non ne fosse ancora in possesso ne sarà prontamente munito: la Segreteria ha provveduto a predisporre tutti quelli ancora non distribuiti, che saranno disponibili in Portineria o in Segreteria. Quest’ultima avrà uno sportello “su strada”, con orari che saranno al più presto comunicati. 
Ovviamente, anche per le responsabilità correlate alla pandemia, la Segreteria potrà rilasciare il libretto solamente agli studenti in regola con i pagamenti relativi al corrente a.a. 2019/2020.
Le lezioni dell’orario mattutino inizieranno alle ore 9, a evitare spostamenti negli orari nei quali i mezzi pubblici sono troppo affollati.
Per ovviare al problema della dimensione ridotta di alcune aule, in particolare per gli strumenti a fiato e per il canto, sono stati commissionati appositi pannelli di plexiglas. 
Nelle aule, eccezion fatta per gli esami, non potranno permanere più di tre persone contemporaneamente: insegnante, studente, eventuale pianista accompagnatore.
Per le discipline teoriche e storiche si conferma per il momento la procedura on line, nella speranza anche in questi casi di poter tornare al più presto in presenza. Lezioni on line sono previste anche per gli Studenti che non abbiano potuto fare ritorno dai loro Paesi esteri di attuale residenza. 

Per le materie di piccolo insieme, laddove non già dotate di aula funzionale ai distanziamenti anti Covid, saranno assegnate aule più ampie. 

Conoscendo la vostra disciplina, so che ognuno saprà fare al meglio la propria parte, per tornare presto alle attività di grande gruppo, secondo lo slogan che abbiamo scaramanticamente apposto sul termoscanner sin dall’inizio del riavvio degli esami di Diploma accademico in presenza: “Sicuri di suonare insieme”,

A presto rivedervi tutti.  Il Diirettore
Roberto Giuliani
 

STRAORDINARIE AMMISSIONI

Le ammissioni in presenza all’anno accademico 2020/21 saranno in via straordinaria sostituite dall’invio di videoregistrazioni da parte dei candidati. Le domande di ammissione possono essere presentate fino al 31 agosto 2020. Sul sito, alla sezione “Offerta didattica” sono in via di pubblicazione le prove di ammissione modificate e ridotte in funzione della nuova modalità. L’invio delle videoregistrazione è previsto entro il 20 settembre, ed entro il mese di luglio saranno comunicate sul sito le specifiche tecniche per l’invio. Le prove relative alle verifiche delle competenze di base si svolgeranno successivamente, a seconda delle condizioni sanitarie. Si dà notizia con piacere che in questi giorni è stato pubblicato il decreto ministeriale MUR che dispone, per gli iscritti all’anno accademico 2020/2021, l’ampliamento dell’area dell’esonero totale e l’incremento dell’entità dell’esonero parziale rispetto al contributo onnicomprensivo annuale in base all’ISEE, nonché l’individuazione di specifiche categorie di studenti in relazione alla particolare situazione economica personale. Dette indicazioni ministeriali saranno inserite nel prossimo Vademecum per le iscrizioni, che verrà pubblicato sul sito.

 

ALLIEVI CHE VENGONO, ALLIEVI CHE VANNO

E’ con profonda soddisfazione – dopo 5 settimane con 200 esami di Diploma accademico in presenza in Sala Accademica, che hanno dato l’avvio alla riapertura graduale del Conservatorio – che pubblico l’elenco dei Diplomati con votazione finale di 110 con lode e menzione accademica d’onore. E’ la certificazione, qualora ce ne fosse ancora bisogno, dell’ottimo stato della didattica del nostro Conservatorio, della serietà con la quale i Professori hanno affrontato la sfida della didattica a distanza, dell’impegno dimostrato dalle Studentesse e dagli Studenti, giunti per la gran parte in forma professionale al Diploma finale. A loro, ai loro Maestri, al Personale tecnico e amministrativo che mi ha affiancato in questo complesso periodo, i miei migliori complimenti e auguri di buone e meritate vacanze. Appuntamento in settembre, con la graduale ripresa della didattica in presenza e dell’attività concertistica. Il Direttore M° Roberto Giuliani

 

DIPLOMATI NELLA SESSIONE STRAORDINARIA GIUGNO/LUGLIO 2020 CON VOTAZIONE DI 110 LODE E MENZIONE ACCADEMICA D’ONORE

Bertolino Gonzales Franco – Diploma accademico di secondo livello in Musica da Camera
Casà Maria Chiara – Diploma accademico di secondo livello in  Musica applicata
Cori Beatrice – Diploma accademico di secondo livello in Musica da Camera
D’Ausilio Francesca – Diploma accademico di secondo livello in Canto jazz
De Santis Chiara – Diploma accademico di secondo livello in Violoncello
Jegal Heejin – Diploma accademico di secondo livello in Pianoforte
Libonati Carlotta – Diploma accademico di secondo livello in Viola
Mascaro Massimiliano – Diploma accademico di secondo livello in Musica Elettronica
Micheli Gabriele – Diploma accademico di secondo livello in Pianoforte
Mileto Leda – Diploma accademico di primo livello in Violino
Nunziante Mirko – Diploma accademico di secondo livello in Fagotto
Pena Diaz Fernando Ramses – Diploma accademico di secondo livello in Pianoforte jazz
Prozzo Alessandra – Diploma accademico di secondo livello in Flauto
Solimene Vittorio – Diploma accademico di secondo livello in Pianoforte jazz
Tancredi Giuseppe – Diploma accademico di secondo livello in Maestro Collaboratore
Tedesco Mauro – Diploma accademico di primo livello in Contrabbasso

Videoregistrazioni per esami d’ammissione

Le videoregistrazioni inviate per le ammissioni dovranno avere le seguenti caratteristiche.
I filmati dovranno essere  in formato MOV o MP4 (si tratta dei formati di uscita in uso negli smartphone più diffusi) e dovranno avere una qualità audio/video tale da poter rendere al meglio l’ascolto e la visione della performance.
In alternativa si potrà inviare il link a un filmato pubblico su youtube con analoghi requisiti di qualità audio/video.
I filmati che risulteranno di qualità audio e/o video insufficiente non potranno essere presi in considerazione.
Il filmato non dovrà essere stato editato, ossia dovrà contenere un flusso continuo di immagini, e verrà utilizzato così come ricevuto.
L’inquadratura dovrà mostrare in maniera chiara il candidato, e per i corsi strumentali dovranno essere ben visibili le mani sullo strumento.
Il video (o il link al filmato youtube) dovrà essere inviato, all’interno del periodo temporale che verrà comunicato sul sito, all’indirizzo ammissioni@conservatoriosantacecilia.it.
Nel caso di corsi quali Composizione, Musica Applicata, Violoncello ed altri per i quali, all’interno del programma di ammissione, fosse indicato un diverso indirizzo di posta elettronica il materiale dovrà comunque essere inviato in cc: anche all’indirizzo ammissioni@conservatoriosantacecilia.it.
Nel caso del file video, l’invio dovrà avvenire attraverso il servizio di trasferimento file wetransfer.com
Per ciascun brano richiesto dovrà essere inviata una distinta videoregistrazione.
La denominazione del filmato dovrà contenere nell’ordine: nome del corso richiesto e livello (PR per Propedeutico, TR per Triennio, BN per Biennio, trattino, cognome nome del candidato, trattino – titolo del brano (per es. CLARINETTO PR – ROSSI MARIO – SONATA IN LA MIN)
Unitamente alle videoregistrazioni andrà inviato un file contenente la scansione del proprio documento, e un file in word con le proprie generalità, il programma dettagliato presentato, i titoli di studio ed eventualmente un breve curriculum; nello stesso file coloro che compaiono nella videoregistrazione dovranno dare esplicitamente il loro consenso all’utilizzo del video, per i soli fini legati alle procedure di ammissione.

LETTERA APERTA ALLE STUDENTESSE E AGLI STUDENTI IN OCCASIONE DELLA RIAPERTURA DEL CONSERVATORIO

Gentili Studentesse e gentili Studenti,

diffondo e amplio una risposta che avevo già inviato, assieme al Presidente, a un garbato gruppo di Studenti che ci avevano chiesto delle elezioni della Consulta.

Come probabilmente saprete, il Conservatorio ha dovuto affrontare all’inizio dell’anno accademico 2019/20 un’emergenza amministrativa, alla quale si è poi aggiunta quella della pandemia.
Nel frattempo, pur nella eccezionalità della condizione, a testimonianza dell’attenzione da noi costantemente rivolta alle Studentesse e agli Studenti, sono state risolte per prime alcune delle loro questioni più urgenti, riguardanti i pagamenti Erasmus, della gran parte delle borsedi studio per l’orchestra, delle borse di collaborazione ecc.
Per quanto riguarda invece la Consulta, proprio in previsione dell’attivazione delle procedure previste per la sua elezione, io stesso avevopromosso il 17 febbraio un primo incontro con gli Studenti in Sala accademica, che avrebbe dovuto essere seguito dalla organizzazione di spazi autonomi a voi riservati, per il confronto e per la presentazione delle candidature. Seppur frequentato da pochi, quel pomeriggio è stato utile per evidenziare alcuni problemi pratici, ai quali si era iniziato da subito a dare risposta.
La riunione era stata convocata anche per sollecitare un vostro maggiore coinvolgimento, in quanto, per esempio, la scarsa partecipazione al Questionario del Nucleo di valutazione, seppure da compilare comodamente on line, testimonia ogni anno quanto queste occasioni siano poco sentite da gran parte degli Studenti, e lo stesso dicasi per il ridotto numero di partecipanti alla scorsa tornata elettorale della Consulta.
Ricordo che in questi complessi anni di Direzione ho ricevuto centinaia di Studenti, e risposto ad altrettante richieste, nei limiti del possibile, e sempre tenendo presente l’equilibrio dei diritti degli Studenti dei diversi Dipartimenti, quando dette richieste sono state esposte francamente e senza intento polemico.
E’ però sensazione ricorrente che le persone che si sfogano, più o meno anonimamente, sui vari social media, poi non abbiano interesse al confronto diretto, che invece è la via migliore per la risoluzione dei problemi, e preferiscano in alcuni casi gettare il sasso e nascondere la mano, come quelli che si facevano intervistare in anonimato dalle televisioni o che proponevano occupazioni del Conservatorio per consentire l’ingresso agli Studenti orientali, tanto il Coronavirus era una invenzione razzista. O ancora come quelli che riversanosul Conservatorio, da diplomati e quindi ormai da esterni all’Istituzione, alcune loro frustrazioni del presente e del passato.
Certo non giova al valore del loro titolo denigrare il Conservatorio nel quale hanno, per propria scelta, deciso di entrare e di continuare a studiare, immagino, fino al titolo finale. Ma tant’è.
Comunque, per nostra sfortuna, dall’inizio della pandemia le priorità sono diventate altre, e tutti gli Organi del Conservatorio (Presidente, Direttore, Consiglio di amministrazione, Consiglio accademico) sono stati impegnati a
organizzare al massimo livello possibile la didattica a distanza, e a prevedere la riapertura, prima per gli esami e poi per le lezioni, in una situazione che cambia quasi giornalmente, che impone un impegno interamente assorbente, che rende ardua la programmazione a distanza e la risposta alle mille domande.
Nel frattempo, il Decreto Legge dell’8aprile 2020 (poi convertito in Legge il 6 giugno) sospendeva tutte le procedure elettorali degli Organi collegiali (tale è anche la Consulta degli Studenti)fino al perdurare dello stato di emergenza medesimo (originariamente il 31 luglio), e condizionando il riavvio delle procedure alle condizioni di piena sicurezza. Non appena dunque risolte le priorità sanitarie, speriamo prima possibile, sarà nostra cura riattivare la procedura, in quanto anche per noi è fondamentale l’apporto delle Studentesse e degli Studenti.
Tornando al momento di inizio della pandemia, ben sapendo quanto sarebbe stato difficile mantenere le comunicazioni con un universo ampio e vario come il vostro, avevo scritto sulla home page del Conservatorio l’invito a rapportarvi, per qualsiasi domanda o problema, ai vostri docenti, ai Coordinatori di Dipartimento e di Area disciplinare, le cui mail sono a disposizione sul sito. Tra l’altro, da quest’anno i docenti componenti il Consiglio accademico sono eletti in rappresentanza di ciascun Dipartimento o Area, e quindi sono in condizione, considerate le nostre frequenti riunioni on line, nonché il profluvio di wapp, di proporre qualsiasi questione alla Direzione.
Inoltre, avendo io varato, dopo anni di inconcludenti chiacchiere altrui, il “Regolamento per il funzionamento dei Dipartimenti, Aree, Scuole e Corsi” che trovate sul sito, la nostra struttura di delega delle responsabilità prevede ora 11 Capi Dipartimento e Area, 47 Presidenti di Consiglio di Corso, 17 Presidenti di Consigli di Scuola, 8 Presidenti di Settori disciplinari,tutti regolarmente nominati e retribuiti per occuparsi delle strutture corrispondenti e quindi anche delle vostre questioni.
Permettetemi in tutta franchezza di dire che spiace constatare come troppo spesso le polemiche provengano da alcune di quelle classi (Composizione, Percussione, Storia della musica) i cui Docentihanno perso le elezioniin precedenti tornate (per il Consiglio accademico o per la Direzione), motivo per cui si può arrivare a supporre una loro minore serenità nella valutazione e nella comunicazione; ma questo fa parte, se mantenuto entro certi limiti, della prassi del confronto democratico, in un Paese come l’Italia, peraltro, dove l’opposizione riesce raramente a essere costruttiva.
Anch’essi però erano in condizione di fornire le informazioni disponibili al momento. Dall’inizio della pandemia infatti, non potendo riunire il Collegio dei Professori, né incontrare giornalmente i colleghi, ho intensificato l’invio delle Newsletter, lo strumento che uso per comunicare attraverso le mail di tutti i Professori. Questo l’elenco con i principali argomenti affrontati, per pagine e pagine di “istruzioni per l’emergenza”:
9 marzo 2020: Chiusura del Conservatorio
10 marzo 2020: Aggiornamenti
12 marzo 2020: Didattica a distanza (con indicazioni delle piattaforme Zoom e Skype)
19 marzo 2020: Didattica on line e Decreto Legge 18/2020
21 marzo 2020: Didattica on line, recupero materiali, app Regione Lazio
27 marzo 2020: Didattica on line e off line
3 aprile 2020: Didattica a distanza. Indicazioni del Consiglio Accademico. Cancellazione more ritardi pagamenti
5 aprile 2020: Il Conservatorio e i mass media
10 aprile 2020: Pagamenti e potere sostitutivo
20 aprile 2020: Lezioni, esami e fasi della ripresa. Diplomi. Ammissioni
27 aprile 2020: Prospettive (idoneità, ammissioni, modifiche, CdA, misure di sicurezza, esami in presenza)
4 maggio 2020: Esami. Precedenze per candidati al concorso del Ministero dell’Istruzione. Piattaforma. Diplomi in presenza
17 maggio 2020: Nuove griglie dei Trienni accademici di primo livello, esami, materie a scelta
30 maggio 2020: Piattaforma Moodle, esami, Garante della privacy
3 giugno 2020: Situazione generale, calendario esami diploma, sicurezza, piattaforma
6 giugno 2020: Verbali di esame
Ogni Docente era quindi nella condizione di informarvi rispetto alla situazione in essere in quel momento, bastava chiederglielo.
Ultima questione: so che qualcuno si è lamentato dei tempi della piattaforma: ebbene, sin dal 12 marzo, a soli 3 giorni dalla chiusura, sono state date indicazioni sulle piattaforme da utilizzare ai fini didattici. La nuova piattaforma Moodle, per la quale avete ricevuto la Guida, che abbiamo dovuto adeguare alle esigenze del Conservatorio, è invece funzionale perlopiù allo svolgimento degli esami, ed è quindi normale che sia stata attivata in questo periodo. E sempre a proposito di piattaforme, se vorrete invitarmi a uno dei vostri incontri via zoom, sappiate che sarò ben disponibile a parteciparvi.
Colgo l’occasione per formulare i miei migliori auguri alle Studentesse e agli Studenti che da lunedì prossimo torneranno in Sala Accademica per la loro prova di Diploma accademico.
Ho sempre rifiutato, e con me il Consiglio accademico, l’idea degli esami finali non in presenza, e almeno a questo traguardo siamo faticosamente arrivati.
Il prossimo sarà ricominciare a settembre le lezioni in presenza e in sicurezza.