Maschio

Riccardo Riccardi

Composizione

 

Biografia

 

Compositore

Dal 1973, anno della sua prima opera in catalogo, fino ai primi anni novanta Riccardo Riccardi ha scritto quasi esclusivamente musica strumentale in uno stile tardo espressionista, lo stile nel quale si è compiuta la sua formazione. Agli inizi degli anni ottanta con Ad libitum per pianoforte avviene la svolta verso un linguaggio che continua a sviluppare negli anni successivi: emancipazione del ritmo giustapposto ad una forte vena melodica.

Nel 1991 e nel 1992 per la prima volta si avvicina al teatro musicale con il balletto Il brutto anatroccolo e con la cantata scenica per soli, coro e orchestra La meraviglia e il dubbio. La parola cantata, ignorata prima di allora, diventa il fulcro della sua attività creativa. Nello stesso periodo incomincia il ciclo per voci e strumenti Canti da Pessoa, un progetto che lo accompagna per più di una decade. Questi canti, con frammenti di testo tratti dal famoso poeta portoghese, rielaborati e tradotti in italiano, rappresentano il momento più rarefatto della sua produzione.

Nel 1997 scrive l’opera da camera L’avvenimento, per la prima volta su libretto proprio, anche se sotto lo pseudonimo di Filippo Candiani. Nel 2005 compone L’uomo che amava le isole-Racconto-opera per attore, soprano e orchestra, ancora su libretto proprio tratto da un racconto di D.H.Lawrence. Subito dopo completa un libretto iniziato nel 1998, Il ritorno di Casanova, dal racconto di Arthur Schnitzler Casanovas Heimfahrt e lavora alla composizione della musica. Del 2008 è l’opera Odisseo, dramma a sfondo psicologico, ispirato ai personaggi dell’Odissea, ma col finale cambiato rispetto alla fonte originale.

Nel 2009, su commissione di Opera Bazar, Riccardi scrive l’opera Talk Show, sempre su libretto originale, questa volta ispirato a due Totentänze di Rainer Maria Rilke, trasferite ai tempi nostri. Per Talk Show gli è assegnato un grant dal CFAI – Indiana. Del 2010 sono altre sue due opere. La prima, F.S.S.P.A., su libretto originale, è ambientata in una stazione ferroviaria, la seconda, Una questione d’onore, tratta da Leutnant Gustl di Arthur Schnitzler, è ambientata nella Venezia del Settecento. Nel 2011 Riccardi lavora ad un ciclo di 22 canti dal titolo Não sou nada. Il materiale è preso da Fernando Pessoa, ma questa volta mantenendo testo e lingua originali. Nel 2012 scrive un’opera satirica, Shakespeare & Gossip, su libretto tratto da Caprice di Ronald Firbank e nel 2013, per la Royal Irish Academy di Dublino, Il testamento (The Will), uno spettacolo teatrale con arie musicali, con Riccardi nella duplice veste di autore e compositore.

Al momento sta lavorando ad un paio di nuovi progetti: un’opera completamente cantata, intitolata Il direttore e un lavoro teatrale con arie musicali, Move-out, ambientato in un interno newyorkese.

Per ulteriori notizie e per il catalogo ricercare su http://www.riccardoriccardi.com/

Didatta

Riccardo Riccardi ha una cattedra di composizione al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma. Prima ha insegnato composizione sia al Conservatorio Cherubini di Firenze che alla New York University, nel Florence Program.

È stato pure professore di Music Appreciation al Saint Mary’s College (Notre Dame, Indiana) nel Rome Program. Ha tenuto corsi di History of Italian Music, Opera Literature e Opera Workshop per la University Studies Abroad Consortium dell’Università della Tuscia di Viterbo.

Dal 1994 è stato guest speaker e visiting professor di università e college americani in California, Arizona, Indiana e Maryland. Nel 2014 è stato il Nancy Unobskey Visiting Artist in Modern and Contemporary Art, 2014 al Goucher College di Towson.

Formazione

Nasce nel 1954 a Rimini. Al Liceo Musicale della sua città prende le prime lezioni di pianoforte da Guido Zangheri. Nel 1972, incomincia lo studio della composizione al Conservatorio Cherubini, prima con Pier Luigi Zangelmi, poi con Carlo Prosperi. Studia pianoforte con Franco Scala e si diploma nel 1976. Dal 1977 al 1980 passa le sue estati in Germania e nel 1980 lavora come maestro collaboratore allo Jugend-Festspieltreffen di Bayreuth.

Nel 1981 consegue la laurea in architettura, con una tesi sulle proporzioni armoniche nel Rinascimento. In luglio del 1982 si diploma in composizione. In agosto si trasferisce in California e nel 1983 vince il Composer’s Award del 21th Southwestern Youth Music Festival.

 

Composer 

From the first work in his catalog in 1973 until the early 1990’s, Riccardo Riccardi almost exclusively composed instrumental music in a late expressionistic style, the style in which he was educated. In the early 1980’s, with Ad libitum for piano, he turned toward the language he would increasingly develop in the following years: an emancipation of rhythm against a strongly melodic design. Riccardi first approached musical theater in 1991 and 1992 with his ballet, Il brutto anatroccolo and with his scenic cantata for solos, chorus, and orchestra, La meraviglia e il dubbio. The sung word, mostly ignored before then, became central to his creative activity. At the same time he began his song cycle, Canti da Pessoa, for voices and instruments—a project that involved him for more than a decade. These songs, with text fragments drawn from the great Portuguese poet, are newly envisioned in Italian and represent the most rarefied point in Riccardi’s production.

In 1997, Riccardi wrote the chamber opera, L’avvenimento, and for the first time crafted his own libretto, albeit under the pseudonym, Filippo Candiani. In 2005, he composed, L’uomo che amava le isole – Racconto-Opera, for actor, soprano and orchestra, also on his own libretto and drawn from a story by D. H. Lawrence. Immediately afterward, he completed a libretto begun in 1998, Il ritorno di Casanova, from Arthur Schnitzler’s novel, Casanovas Heimfahrt, and then began composing the music for it.

The opera Odisseo dates from 2008.  It’s a psychological drama inspired by the characters of Homer’s Odyssey but with the original outcome changed. In 2009, under commission from Opera Bazar, Riccardi wrote, Talk Show, on another original libretto, this one drawn from Rainer Maria Rilke’s, Totentänze, transferred to the present-day. Talk Show received a grant from CFAI – Indiana.

In 2010 Riccardi wrote two more operas: the first, F.S.S.P.A., based on his own libretto, is set in a modern train station. The second, Una questione d’onore, is based on Leutnant Gustl by Arthur Schnitzler and is set in Baroque Venice.  In 2011 he worked on a cycle of 22 songs entitled, Não sou nada.  Again the material is taken from Fernando Pessoa but this time retains the original text and the Portuguese language.

In 2012  Riccardi wrote a satyrical opera, Shakespeare & Gossip, drawn from the novel, Caprice, by Ronald Firbank, and in 2013, Il testamento (The Will), a theatrical play with musical arias, written for the Royal Irish Academy of Music in Dublin with Riccardi as both playwright and composer.  Presently he is working on a couple of new projects: a traditional opera, sung throughout, entitled, Il Direttore, and a theatrical play with musical arias, Move-out, set in an apartment in New York City.

For further details about Riccardi’s activity click on http://www.riccardoriccardi.com/

Academic

Riccardo Riccardi holds a Chair of Composition at the Santa Cecilia Conservatory of Music in Rome. Before that, he was on the faculty of the Luigi Cherubini Conservatory of Music in Florence. He has also served as Professor of Composition in the Florence Program of New York University, as Professor of Music Appreciation at Saint Mary’s College (Notre Dame, Indiana) in their Rome Program, and he taught summer courses in the History of Italian Music, Opera Literature, and Opera Workshop for the University Studies Abroad Consortium of Tuscia University in Viterbo.

Since 1994 Riccardi has been a regular guest speaker and visiting professor at American Universities and Colleges in California, Arizona, Indiana and Maryland. He was the Nancy Unobskey Visiting Artist in Modern and Contemporary Art, 2014 at the Goucher College, Towson.

 

Education

Riccardo Riccardi was born in 1954 in Rimini where he studied piano with Guido Zangheri. In 1972 he moved to Florence to study composition at the Cherubini Conservatory of Music, initially with Pier Luigi Zangelmi and then with Carlo Prosperi. He concurrently studied piano with Franco Scala until graduating in 1976. From 1977 to 1980 he spent his summers in Germany and, in 1980, worked as music coach at the Youth Festival Meeting in Bayreuth.

In 1981 he earned his Doctorate in Architecture with a dissertation on Harmonic Proportions in the Renaissance. He earned his degree in composition in July 1982 and moved to Los Angeles that August. In 1983, he received the Composer’s Award at the 21st Southwestern Youth Music Festival.

 

Orari

Lunedì: Ore 11.00 / 13.00 – 1° Piano – Aula 16

Lunedì: Ore 14.00 / 20.00 – 1° Piano – Aula 16

Martedì: Ore 8.00 / 14.00 – 1° Piano – Aula 16

Contatti

Telefono:

(+39) 06 36096720

Email: